Estratto convegni

28.09.2021

Convegno presso Centro Consorzi – Italcarta (Sedico – BL) con il FSE e la REGIONE VENETO

La gestione dell’emergenza sanitaria ed il futuro del lavoro nelle PMI

Intervento Avv. Innocenzo Megali, quale Avvocato e Consulente del Lavoro

Obbligo di Green Pass per lavoratori dipendenti e lavoratori autonomi: come cambia l’organizzazione del lavoro.

 

20.09.2021

Webinar Consigli Provinciali e Consigli di Disciplina della Regione Friuli-Venezia Giulia – Ordine Consulenti del Lavoro di Gorizia

Procedure e problematiche dei Consigli di disciplina

Intervento Avv. Innocenzo Megali, quale componente del Consiglio di Disciplina Nazionale

 

26.06.2021

Webinar Unidolomiti

Bioetica e lavoro

Intervento Avv. Innocenzo Megali, quale Avvocato e Consulente del Lavoro

 

16.06.2021

Webinar Camera Civile di Viterbo, in collaborazione con Gruppo 24 ore e la partecipazione di Ordine Avvocati di Viterbo, Ispettorato Territoriale del Lavoro di Viterbo e Consulenti del Lavoro di Viterbo.

Blocco dei licenziamenti e normativa emergenziale, quale futuro per il lavoratore?

Intervento Avv. Innocenzo Megali, quale Avvocato e Consulente del Lavoro

Termini e modalità d’impugnazione del licenziamento.

 

27.04.2021

Webinar Consulta Regionale Consigli Provinciali degli Ordini dei Consulenti del Lavoro del Veneto.

La crisi di impresa tra normativa emergenziale e la nuova visione di sistema degli strumenti della crisi di impresa

Intervento Avv. Innocenzo Megali, quale Avvocato e Consulente del lavoro.

Programma:

. Contesto di riferimento normativo al momento dell’emergenza sanitaria: dal tramonto della Legge Fallimentare al nuovo Codice della Crisi d’Impresa ed il nuovo panorama degli strumenti della crisi d’impresa alla vigilia dell’entrata in vigore del CCII

. Modelli ed assetti organizzativi: dal d.lgs. 231/2001 al codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza

. Le novità del decreto Cura Italia in relazione alla continuità di impresa: le norme a protezione del capitale d’impresa e postergazione dei crediti

. Le novità in materia concorsuale: i nuovi piani di risanamento, gli accordi di ristrutturazione ed il cram down transazione fiscale e adr

12.04.2021

Webinar Ordine dei Consulenti del Lavoro di Belluno

Vaccinazione e rapporto di lavoro

Intervento Avv. Innocenzo Megali, quale Avvocato e Consulente del Lavoro

Decreto-legge 44/2021

23.02.2021

Webinar Consulta dei Presidenti dei Consulenti del Lavoro del Veneto

Le novità in materia di lavoro

Intervento Avv. Innocenzo Megali, quale Coordinatore della Consulta dei Presidenti dei Consulenti del Lavoro del Veneto

Programma:

. Ammortizzatori sociali ed agevolazioni contributive

. Divieto di licenziamento e contratti a termine

. Tamponi e vaccinazioni nei luoghi di lavoro

 

19.01.2021

Webinar Ordine dei Consulenti del Lavoro di Belluno, con ANCL e FonARCom

Il ruolo del consulente del lavoro in tempo di recessione da COVID-19 ed i servizi richiesti dalle imprese

Intervento Avv. Innocenzo Megali, quale Presidente CDL Belluno e Coordinatore Consulta CDL Veneto

Il ruolo del consulente del lavoro e la responsabilità delle imprese.

 

 

 

 

Il sole 24 ore

CONTROLLI A DISTANZA NEI LUOGHI DI LAVORO

SU CIRCOLARI 24 LAVORO – 10 novembre 2021 IL SOLE 24 ORE

Controlli a distanza nei luoghi di lavoro: evoluzione normativa

ABSTRACT. L’art. 4 della legge n. 300 del 20 maggio 1970, con le norme relative agli strumenti di controllo a distanza dei lavoratori, ha cercato di bilanciare due interessi meritevoli di tutela quali, da un lato, il diritto/potere di controllo esercitabile dal datore di lavoro e, dall’altro, il diritto alla riservatezza del lavoratore dipendente (a cura di Massimo Braghin e Innocenzo Megali)

 

I controlli oltre il tempo e lo spazio del rapporto di lavoro: casi dubbi

ABSTRACT. L’articolo 4 dello statuto dei lavoratori è strutturato in tre grandi blocchi che si possono così riassumere: l’ampliamento delle causali che giustificano l’esercizio del controllo a distanza; la semplificazione dell’attività di controllo tramite “gli strumenti per rendere la prestazione lavorativa e gli strumenti di registrazione degli accessi e delle presenze” con una deroga esplicita all’ esigenza di documentare le causali giustificative del controllo e l’esonero della preventiva procedura autorizzativa; la possibilità di raccogliere i dati personali dei lavoratori attraverso l’una e l’altra modalità di controllo a distanza, utilizzando le relative informazioni “a tutti i fini connessi al rapporto di lavoro” (a cura di Massimo Braghin e Innocenzo Megali)

 

Controlli a distanza nei luoghi di lavoro: utilizzabilità dei dati raccolti

ABSTRACT. Il comma 3 dell’art. 4 dello Statuto dei Lavoratori precisa che il datore di lavoro potrà utilizzare le informazioni raccolte col controllo a distanza (comma 1) e con gli apparecchi di cui ha dotato i suoi dipendenti (comma 2), ma solo per i fini connessi al rapporto di lavoro, e purché i lavoratori siano informati adeguatamente sulle modalità d’uso di tali strumenti e sui modi con cui verrà esercitato il controllo (a cura di Massimo Braghin e Innocenzo Megali)

 

Convegno Aninsei

CONVEGNO ANINSEI CONFINDUSTRIA

ASSOCIAZIONE NAZIONALE ISTITUTI NON STATALI DI EDUCAZIONE E DI ISTRUZIONE
00144 ROMA – VIALE PASTEUR, 10 – E-MAIL segreteria@aninsei.it
Segreteria telefonica: 0656568420 – Fax: 0689281380

Venerdì 26 Novembre 2021

  • Ore 15:00 Registrazione Partecipanti
  • Ore 15.15 Relazione del Presidente Nazionale
  • Ore 15:40 Interventi programmati:
    – Roberto Pasolini: “Stabilizzazione e abilitazione docenti”
    – Aldo Casali: “I licei quadriennali: considerazioni al termine del primo quadriennio di sperimentazione”
    – Giulio Massa: “PNRR una risorsa anche per le scuole paritarie?”
    – Avv. Innocenzo Megali: “Ripensare il lavoro”
  • Ore 16:40 Interventi liberi e dibattito
  • Ore 17.15 Relazione del Segretario Generale sull’andamento delle adesioni all’associazione, comitati regionali e organizzazione territoriale
  • Ore 17:30 Presentazione Bilancio consuntivo, discussione e votazione per approvazione bilancio consuntivo
  • Ore 18:00 Bilancio Preventivo, discussione e votazione
  • Ore 18:30 Conclusioni
Il sole 24 ore

Modello organizzativo 231 e nuovi rischi

Fino ad oggi il datore di lavoro, nel valutare i rischi per la salute e sicurezza dei lavoratori, ha dovuto fare i conti con quelli che sono i rischi interni all’azienda, c.d. endo-aziendali; adesso deve considerare anche i rischi esterni all’azienda, c.d. extra-aziendali il cui monitoraggio dei contesti risulta estremamente complesso, anche per l’impossibilità di accedere a tutte le informazioni necessarie per procedere ad una corretta valutazione del rischio. Il rischio concerne anche la responsabilità amministrativa in capo alle aziende, regolata dal decreto legislativo 231/2001.

SU CIRCOLARI 24 LAVORO – 13 ottobre 2021 IL SOLE 24 ORE

Vai all’articolo

Il sole 24 ore

Green pass anche per i lavoratori autonomi e professionisti

L’obbligo di possedere il c.d. certificato verde è esteso a tutti i lavoratori, compresi i professionisti, gli autonomi, chi svolge volontariato o attività di formazione e anche imprenditori, prestatori occasionali e domestici.

SU GUIDA AL LAVORO – IL SOLE 24 ORE numero 39/ 1 ottobre 2021 pag. 38-39-40

Vai all’articolo

Bonus baby sitter

Emergenza Covid-19: congedi, permessi e bonus baby sitting

Una ricognizione sintetica e puntuale delle principali misure adottate durante la pandemia da Covid-19 a sostegno dei genitori lavoratori che riepiloga le novità introdotte dai provvedimenti normativi “emergenziali”, a partire dal decreto legge n. 18/2020 fino ad arrivare ai decreti Ristori. Nella trattazione, ampio spazio è dedicato ai congedi straordinari, descrivendone le differenti tipologie, le condizioni di fruizione e le modalità di presentazione delle domande. Focus specifici vengono dedicati, inoltre, ai congedi Covid per figli con disabilità e al cosiddetto bonus baby sitting. Nell’articolo vengono analizzati anche i relativi casi di incompatibilità.

Su Leggi di Lavoro n. 1/2021

Vai all’articolo

Decadenza ricorso dirigenti licenziati

Il doppio termine di decadenza per il ricorso dei dirigenti licenziati

Quando l’estensione del termine previsto per i licenziamenti individuali può essere applicato anche a quello dei dirigenti? Rispondere alla domanda è diventato controverso con l’entrata in vigore della legge n.183/2010, nota come “Collegato lavoro”. Ad approfondire il tema, l’esperto della Fondazione Studi  Consulenti del Lavoro, Innocenzo Megali, su Leggi di Lavoro n.5/2020. Partendo dalla contrapposizione tra il collegato lavoro e la legge n.604 del 1966, Megali delinea un quadro esaustivo delle interpretazioni susseguitesi nel tempo sino ad arrivare ad oggi. La disamina non manca di soffermarsi sugli aspetti di maggior controversia, chiarendo infine i dubbi interpretativi sul regime decadenziale.

Su Leggi di Lavoro n. 5/2020 gli ultimi indirizzi giurisprudenziali in materia

Vai all’articolo

Lavoro digitale

Lavoro digitale: criticità ancora irrisolte

Salute psico-fisica del lavoratore e diritto alla disconnessione.

Il superamento dell’unità di tempo, luogo e azione ha dato vita a differenti tipologie di nuovi lavoratori e a numerose situazioni critiche ancora irrisolte.

Nell’articolo di Innocenzo Megali sul n.1/2020 di Leggi di Lavoro si parte da un breve excursus storico per analizzare i mutamenti dei tempi di lavoro, dalla storia antecedente la rivoluzione industriale sino ai nostri giorni, per poi soffermarsi sul tema della tutela della salute psico-fisica del lavoratore e sul diritto alla disconnessione nella nuova era del lavoro digitale.

Su Leggi di Lavoro n.1/2020

Vai all’articolo

 

 

 

green pass

GREEN PASS – ASPETTI PRATICI

A seguito dell’entrata in vigore del decreto-legge n. 105/2021 e della circolare n. 35309 del 4.8.2021 del Ministero della Salute è stato chiarito che, per quanto concerne le certificazioni di esenzione al Green pass, le stesse devono riportare:

  • I dati identificativi del soggetto interessato, ossia, nome, cognome e data di nascita.
  • La seguente espressione “soggetto esente alla vaccinazione anti-SARS- CoV-2. Certificazione valida per consentire l’accesso ai servizi e attività di cui al comma 1, art. 3, del decreto-legge 23 luglio 2021, n. 105”.
  • La data di validità della certificazione utilizzando la dicitura “certificazione valida fino al”, la data massima è stabilita fino al 30.9.2021.
  • I dati relativi al Servizio vaccinale della Azienda ed Enti del Servizio Sanitario Regionale in cui opera come vaccinatore COVID-19 (denominazione del Servizio-Regione).
  • Timbro e firma del medico certificatore (anche in formato digitale).
  • Numero di iscrizione all’ordine o codice fiscale del medico certificatore.

In questi casi la copia cartacea dovrà essere visionata SOLAMENTE dal verificatore che non potrà conservarne copia.

 

GREEN-PASS, ALBERGHI E STRUTTURE

Le strutture alberghiere non sono ricomprese nel novero delle attività interessate al controllo del Green pass ai sensi dell’art. 3 dl. n. 105/2021.

Ai sensi dell’art. 3 dl. n. 105/2021 è previsto espressamente l’obbligo di Green pass solamente per alcune strutture che possono essere offerte all’interno della struttura alberghiera come:

  • Ristorazione
  • Piscine
  • Palestre
  • Centri benessere

Ai fini dell’accesso a detti servizi è necessario presentare il Green pass ad eccezione delle ipotesi di espressa esclusione e quindi, le stesse strutture alberghiere limitatamente ai servizi appena elencati dovranno procedere alla richiesta finalizzata al controllo del Green pass.

 

In relazione a dette attività che richiedono il controllo del Green pass non viene fatta alcuna menzione nei confronti dei lavoratori dipendenti di dette strutture rispetto ai quali:

  • Non sussiste l’obbligo di presentare il Green pass
  • Non vi è la possibilità per il datore di lavoro di richiedere la presentazione del Green pass
  • L’unico obbligo attiene al settore degli operatori sanitari

 

CONTROLLI SUL GREEN PASS E DELEGA AI LAVORATORI

Per quanto concerne il controllo sul Green pass degli utenti questo potrà essere svolto potenzialmente da tutti i lavoratori in azienda a condizione che gli stessi siano destinatari di una nomina tale da parte del datore di lavoro. Ai sensi dell’art. 13 co. 3 del DPCM 17.6.2021 è precisato che i soggetti delegati al controllo devono essere destinatari di un atto formale a tal fine contenente le istruzioni necessarie circa l’attività di verifica.

La nomina, quindi, dovrà essere accompagnata dalle informazioni gestionali circa la corretta gestione dell’ingresso degli utenti nel rispetto delle disposizioni attualmente in vigore alla quale è possibile accostare una formazione avente carattere pratico.

In base alle disposizioni in vigore, quindi,:

  • La nomina del lavoratore risulta essere obbligatoria
  • Il conferimento dell’incarico dovrà essere preventivo circa l’inizio dell’attività di controllo sugli utenti.

Il datore di lavoro, al fine di evitare che il lavoratore delegato possa incorrere in comportamenti illeciti, dovrà:

  • Impartire le istruzioni sul trattamento ai sensi dell’art. 29 del Regolamento Europeo 2016/679.
  • Fornire le istruzioni relative ai profili della sicurezza del trattamento ex art. 32 del Regolamento Europeo 2016/679.
  • Fornire idonea formazione ai sensi dell’art. 39 del Regolamento Europeo 2016/679 tra cui ricordare che sussiste il divieto di raccolta dei dati, come copia cartacea del Green pass o compilazione di registri con i dati personali degli utenti.

 

Si precisa che nel momento in cui si procede alla nomina dei lavoratori circa la verifica dei Green pass sarà necessario aggiornare la policy privacy aziendale poiché, sebbene il Green pass non integri un trattamento del dato, il soggetto incaricato alla verifica diviene a tutti gli effetti un incaricato del trattamento che dovrà, di conseguenza, essere definito come tale dalla policy privacy aziendale.

 

FORMA DELLA DELEGA AI LAVORATORI

La delega diviene un adempimento documentale che deve contenere le linee guida per il corretto comportamento dei lavoratori.

Caratteristiche della delega:

  • essere nominativa.
  • riportare tutte le informazioni e le linee guida per procedere alle operazioni di verifica.
  • predisporre le procedure di gestione di eventuali contestazioni da parte degli utenti che non vogliano esibire il Green pass per evitare eventuali contestazioni.

 

 

A partire dal 1 settembre 2021 entrerà in vigore il decreto-legge n. 111/2021 il quale prevede che:

  1. Le disposizioni del presente decreto si applicano dal 1 settembre 2021 al 31 dicembre 2021
  2. Il Green pass dovrà essere esibito per consentire l’accesso a:
  • Aeromobili adibiti a servizi commerciali di trasporto persone
  • Navi e traghetti adibiti a servizi di trasporto interregionale ad esclusione di quelli impiegati per i collegamenti marittimi nello Stretto di Messina
  • Treni impiegati nei servizi di trasporto di persone, ad offerta indifferenziata, su un percorso che collega più di due regioni.
  • Treni impiegati nei servizi di trasporto ferroviario passeggeri di tipo Intercity, Intercity Notte e Alta Velocità.
  • Autobus adibiti a servizi di noleggio con conducente, ad esclusione di quelli impiegati nei servizi aggiuntivi di trasporto pubblico locale e regionale.
  1. Per quanto attiene ai servizi scolastici sarà necessario esibire il Green pass:
  • Non per gli studenti delle scuole primarie e secondarie ma per tutto il personale scolastico del sistema nazionale di istruzione e universitario.
  • Per gli studenti universitari.
  1. Rimane quale eccezione all’esibizione del Green pass l’essere minore di 12 anni o essere soggetti esentati sulla scorta di idonea certificazione medica.

WEBINAR – LA CRISI DI IMPRESA TRA NORMATIVA EMERGENZIALE E LA NUOVA VISIONE DI SISTEMA DEGLI STRUMENTI DELLA CRISI DI IMPRESA

27 Aprile 2021   –    ore 11,00 – 13,00

La piattaforma utilizzata sarà quella di WEBEX. Il seminario online è gratuito.

Agli iscritti sarà inviato il link di accesso prima dell’inizio del webinar.
Si chiede di non collegarsi in anticipo per consentire l’apertura del collegamento. L’evento avrà una durata indicativa di due ore, per informazioni o eventuali problemi tecnici scrivere a consultacdlveneto@gmail.com

Continua a leggere